Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

COVID19 - RIENTRI IN ITALIA: INFORMAZIONI AGGIORNATE AL 10 SETTEMBRE 2021

Data:

10/09/2021


COVID19 - RIENTRI IN ITALIA: INFORMAZIONI AGGIORNATE AL 10 SETTEMBRE 2021

Con ordinanza del Ministro della salute del 28 agosto 2021 (scaricabile qui), è stata aggiornata la disciplina degli ingressi sul territorio italiano per chi nei 14 giorni precedenti abbia soggiornato o transitato in Brasile, introducendo la possibilità di ingresso in Italia, a prescindere dalla cittadinanza e dalla residenza anagrafica, per motivi di studio. La nuova normativa resterà in vigore fino al 25 ottobre 2021.

Alla luce del DPCM del 2 marzo 2021 e dell'Ordinanza di cui sopra, sono vietati l’ingresso e il transito nel territorio nazionale alle persone che nei quattordici giorni antecedenti hanno soggiornato o transitato in Brasile. L’ingresso e il traffico aereo dal Brasile sono consentiti, a condizione che i soggetti non manifestino sintomi da Covid-19, solo alle seguenti categorie:

- coloro che hanno la residenza anagrafica in Italia da data anteriore al 13 febbraio 2021 (con autodichiarazione, senza autorizzazione del Ministero della Salute);

- coloro che intendono raggiungere il domicilio, l'abitazione o la residenza dei figli minori, del coniuge o della parte di unione civile (con autodichiarazione, senza autorizzazione del Ministero della Salute);

- funzionari e gli agenti, comunque denominati, dell'Unione europea o di organizzazioni internazionali, gli agenti diplomatici, il personale amministrativo e tecnico delle missioni diplomatiche, i funzionari e gli impiegati consolari, il personale militare e delle forze di polizia, nell'esercizio delle loro funzioni (con autodichiarazione, senza autorizzazione del Ministero della Salute);

- coloro che sono autorizzati dal Ministero della Salute, per inderogabili motivi di necessità, all'ingresso in Italia; 

- coloro che facciano ingresso, a prescindere dalla cittadinanza e dalla residenza anagrafica, per motivi di studio (con autodichiarazione, senza necessità di autorizzazione da parte del Ministero della Salute). Tra i “motivi di studio” è inclusa l’attività di ricerca. Pertanto i soggetti provenienti dal Brasile impegnati come ricercatori presso Università italiane potranno presentare ordinaria domanda di rilascio del visto d’ingresso per motivi di ricerca senza autorizzazione del Ministero della salute.

- gli sportivi che partecipano a competizioni sul territorio italiano che rispondono a specifiche condizioni individuate dall’articolo 18 del DPCM 2 marzo 2021. Per tale categoria non è necessario richiedere tale deroga al Ministero della Salute. Per maggiori informazioni su chi ha diritto alla deroga (atleti, tecnici, giudici e commissari di gara, rappresentanti della stampa estera e accompagnatori che hanno soggiornato o transitato in Paesi indicati agli elenchi B, C, D ed E dell’allegato 20 del DPCM del 2 marzo 2021, inclusi i Paesi dai quali è vietato l’ingresso) e gli obblighi da ottemperare, si invita a consultare l’apposita pagina web del Ministero della Salute.

Nei casi sopradescritti, l'ingresso nle territorio italiano e il traffico aereo dal Brasile sono consentiti secondo la seguente disciplina: 

- obbligo di compilazione di specifico modulo digitale di localizzazione del passeggero, nei termini e secondo la tempistica individuati con apposita circolare dalla Direzione Generale della Prevenzione Sanitaria del Ministero della Salute, e a darne prova al vettore e a chiunque sia deputato ad effettuare controlli. Tale modulo sostituisce l'autodichiarazione cartacea, che potrà essere resa con le modalità ivi previste in alternativa al modulo di localizzazione in formato digitale esclusivamente in caso di impedimenti tecnologici;

- obbligo di presentazione al vettore all'atto di imbarco o a chiunque sia deputato ad effettuare i controlli, della certificazione di essersi sottoposti, nelle 72 ore antecedenti all'ingresso nel territorio nazionale, ad un test molecolare o antigenico, effettuato per mezzo di tampone e risultato negativo

- obbligo di sottoporsi ad un test molecolare o antigenico, da effettuarsi per mezzo di tampone, al momento dell'arrivo in aeroporto, porto o luogo di confine, ove possibile, ovvero entro 48 ore dall'ingresso nel territorio nazionale presso l'ASL di riferimento. In caso di ingresso nel territorio nazionale mediante volo proveniente dal Brasile, il tampone deve essere effettuato al momento dell'arrivo in aeroporto; 

- obbligo di sottoporsi, a prescindere dall'esito dei test di cui sopra, alla sorveglianza sanitaria e all'isolamento fiduciario per un periodo di 10 giorni presso l'abitazione o la dimora, previa comunicazione del proprio ingresso nel territorio nazionale al Dipartimento di prevenzione dell'azienda sanitaria competente per territorio;

- obbligo di effettuare un ulteriore test molecolare o antigenico al termine dei 10 giorni di isolamento fiduciario

 

Equipaggio e personale viaggiante

È sempre consentito l’ingresso in Italia e sono sempre esonerati dalla quarantena, senza necessità di autorizzazione da parte del Ministero della salute, l’equipaggio ed il personale viaggiante dei mezzi di trasporto di persone e merci a condizione che non compaiano sintomi di COVID-19, fermo restando l'obbligo di autodichiarazione e di sottoporsi ad un test molecolare o antigenico, da effettuarsi per mezzo di tampone, al momento dell'arrivo in aeroporto, porto o luogo di confine, ove possibile, ovvero entro quarantotto ore dall'ingresso nel territorio nazionale presso l'azienda sanitaria locale di riferimento.

 

Esenzione dalla quarantena previa autorizzazione del Ministero della Salute

E' consentito l’ingresso in Italia, a condizione che non si manifestino sintomi da Covid-19 e previa autorizzazione del Ministero, fermo restando:

l'obbligo di autodichiarazionel'obbligo di tampone molecolare o antigenico negativo eseguito nelle 48 ore antecedentil'obbligo di tampone molecolare o antigenico negativo eseguito al momento dell’arrivo in aeroporto, o nel caso di arrivo in porto o lungo di confine anche entro le 48 ore presso l’azienda sanitaria locale di riferimento,

esclusivamente per le seguenti categorie di soggetti:

ingresso in Italia per meno di 120 ore per comprovate esigenze di lavoro, salute o assoluta urgenza;al personale di imprese ed enti aventi sede legale o secondaria in Italia per spostamenti all’estero per comprovate esigenze lavorative di durata non superiore alle 120 ore;ai funzionari e agli agenti dell'Unione europea o di organizzazioni internazionali, agli agenti diplomatici, al personale amministrativo e tecnico delle missioni diplomatiche, ai funzionari e agli impiegati consolari, al personale militare, compreso quello in rientro dalle missioni internazionali, e delle Forze di Polizia, al personale del Sistema di informazione per la sicurezza della Repubblica e dei Vigili del fuoco nell'esercizio delle loro funzioni.

 

Per richiedere l'autorizzazione al Ministero della Salute, clicca qui

 

Non sono al momento previsti voli speciali. Per i biglietti gia' prenotati, i connazionali potranno rivolgersi alla compagnia aerea per rimborso o voucher.

 

Nelle more del rientro in Italia, si prega di registrare la propria presenza all’estero ed i propri spostamenti tramite il portale “Dove siamo nel Mondo”: https://www.dovesiamonelmondo.it/home.html 

Vista la particolare emergenza coronavirus, come da indicazioni riportate sul portale http://www.viaggiaresicuri.it/country/BRA, ricordiamo che ai connazionali che si trovano in territorio brasiliano è fortemente raccomandata la stipula di un’apposita polizza assicurativa che preveda la copertura delle spese mediche e l’eventuale rimpatrio aereo sanitario.

Per maggiori informazioni, si prega di leggere attentamente le domande frequenti (FAQ) disponibili sul sito del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale: https://www.esteri.it/mae/it/ministero/normativaonline/decreto-iorestoacasa-domande-frequenti/focus-cittadini-italiani-in-rientro-dall-estero-e-cittadini-stranieri-in-italia.html 

Se sei un cittadino italiano che si trova nella circoscrizione consolare di competenza diretta del Consolato d’Italia a Belo Horizonte (Minas Gerais) e ti trovi in stato di emergenza e di assoluta necessità non esitare a contattarci telefonando al cellulare delle emergenze +55 31 97110 3746 o scrivendoci a belohorizonte.assistenza@esteri.it e segr.belohorizonte@esteri.it

 


Luogo:

Belo Horizonte

1168