Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

FAQ

 

FAQ


1)
     
QUAL É IL COSTO TOTALE DEL PASSAPORTO?

Il Passaporto costa R$ 532,00 per chi paga con denaro e invece per chi paga con bancomat sono R$ 543,70 . Vale dieci anni e, dallo scorso luglio 2014, è stata abolita la tassa annuale: pertanto, una volta fatto il passaporto, per dieci anni non dovete più preoccuparvene. Per maggiori informazioni, guarda la nostra sezione Passaporti.



2)      IL SISTEMA PRENOTA ONLINE È A PAGAMENTO?

Assolutamente no! Il sistema prenota online è gratuito. Chiunque vi chieda denaro in cambio della prenotazione sta commettendo un illecito ed è passibile di sanzioni penali ed amministrative! Questo Consolato dispone di un sistema informatico in grado di intercettare eventuali frodi. Qualora qualcuno vi chiedesse denaro in cambio della prenotazione, vi invitiamo a segnalarcelo per iscritto: la vostra denuncia resterà anonima ma ci permetterà di evitare illeciti ed abusi che danneggiano soltanto voi!



3)      QUANTO TEMPO CI VUOLE PER AVERE LA CITTADINANZA ITALIANA PER DISCENDENZA?

Dalla consegna dei documenti al Consolato, 730 giorni, come prescritto per legge. Tuttavia, ricordiamo che vi è una lista di attesa, che è nostra cura e nostro dovere rispettare nella maniera più rigorosa. Consultate sempre il nostro sito alla sezione Cittadinanza per sapere che anno stiamo trattando.



4)      L’ISCRIZIONE ALL’AIRE È OBBLIGATORIA?

Sì! L’iscrizione all’AIRE (l’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero) è un obbligo di legge (n. 470/1988) per tutti i cittadini italiani arrivati all’estero da più di tre mesi (90 giorni) e che abbiano l’intenzione di restarci per oltre un anno. Con l’iscrizione all’AIRE, potrete esercitare tutti i vostri diritti e doveri di cittadinanza, dal voto alla registrazione dei più importanti avvenimenti della vostra vita civile. L’AIRE è gestita dai Comuni italiani e dal Ministero dell’Interno sulla base dei dati e delle informazioni provenienti dalle Rappresentanze consolari all’estero. L'iscrizione all’AIRE è gratuita, viene notificata direttamente dal Comune (non dal Consolato!) al/la cittadino/a e comporta la cancellazione dalla residenza dal territorio della Repubblica (A.P.R. - Anagrafe della Popolazione Residente).



5)      PER L’ATTO DI ASSENSO/CONSENSO DEVE ESSERE PRESENTE ANCHE L’ALTRO GENITORE?

Sì! se l’altro genitore non è cittadino/a italiano/a o europeo/a. In questo caso, infatti, la firma all’atto di assenso/consenso andrà apposta davanti al nostro personale o in presenza di un Pubblico Ufficiale, italiano o brasiliano, oppure presso un Cartorio, del quale dovremo ricevere in precedenza il Sinal Publico. In caso di cittadino/a italiano/a o europeo/a, vale l’autocertificazione.



6)      I TITOLARI DELLE AGENZIE CONSOLARI ONORARIE SONO DIPENDENTI DELLO STATO ITALIANO?

No! Sono volontari e volontarie che in maniera totalmente gratuita mettono il proprio tempo e la propria professionalità a disposizione delle collettività italiane lontane dalla sede centrale. Per maggiori informazioni, consultate la pagina La rete Consolare.



7)      PERCHÉ NON POSSO FARE IL PASSAPORTO PRESSO LE AGENZIE CONSOLARI ONORARIE?

Perché, dal 2010, è obbligatoria la rilevazione delle impronte digitali per il rilascio del passaporto biometrico. Tale rilevazione al momento può essere fatta soltanto presso il Consolato di Belo Horizonte.



8)      POSSO FARE UNO STAGE IN CONSOLATO? POSSO MANDARE IL CURRICULUM PER LAVORARE IN CONSOLATO?

 SI, ma solo tramite il programma MAECI CRUI, con il quale é possibile avvalerci della collaborazione di   stagisti/e e o tirocinanti.

    Per il resto delle posizioni in Consolato, l’accesso avviene solo ed esclusivamente mediante concorso.   Eventuali concorsi per posizioni aperte in Consolato vengono adeguatamente pubblicizzati, come prescritto   dalla legge.




9)      POSSO FARE IN CONSOLATO LE PRATICHE PER IL VISTO DI RESIDENZA IN BRASILE?

No! Per il vostro visto di residenza in Brasile dovrete rivolgervi alle competenti autorità brasiliane! Solo con loro potrete regolarizzare la vostra presenza in questo Paese.



10)   POSSO FARE IN CONSOLATO LA CARTA D’IDENTITÀ?

No, si tratta di competenza esclusiva dei Comuni in Italia. Soltanto i Consolati italiani che si trovino all’interno dell’Unione europea possono emettere carte d’identità. Noi no.

 


76