Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Visti

 

Visti

ATTENZIONE!

È possibile presentare la domanda di visto anche se non si è in possesso di tutti i documenti necessari per il suo rilascio. In questo caso l’Ufficio Visti invierà una comunicazione per e-mail informando i documenti mancanti ed il termine di 10 giorni per completare la pratica. Nel caso in cui i documenti non siano presentati entro il termine stabilito, si procederà al diniego del visto per mancata documentazione. In questo caso la tassa corrisposta non sarà rimborsata e sarà necessario pagarla nuovamente caso si desideri presentare una nuova domanda.

 

Contatto: visto.belohorizonte@esteri.it

Orario di apertura dell'Ufficio visti: lunedì e mercoledì, dalle ore 8:45 alle ore 12:30, prendendo appuntamento sulla nostra piattaforma Prenota Online. Per informazioni non è necessario prendere un appuntamento.

Per i moduli e le domande frequenti, clicca qui.

Per altre informazioni accedere al nuovo partale visti realizzato dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale: http://vistoperitalia.esteri.it/

(disponibile in italiano, inglese, arabo e russo).

 

Domande e Risposte (FAQ)

1. Sono brasiliano e familiare di un cittadino italiano. Devo chiedere un visto per entrare e soggiornare in Itália?

I familiari stranieri di cittadini italiani e dell’Unione Europea (coniuge, discendenti diretti fino al compimento dei 21 anni o a carico e quelli del coniuge, ascendenti diretti a carico e quelli del coniuge) non hanno necessità né di nulla osta dello Sportello Unico per l’Immigrazione né di un visto d’ingresso per motivi familiari, ai fini di un soggiorno di lungo periodo nel territorio nazionale. Gli interessati potranno poi procedere, nei tre mesi dall’ingresso in territorio nazionale, all’iscrizione anagrafica nel Comune di residenza e alla richiesta, alla competente Questura, della Carta di soggiorno per familiari dell’Unione Europea, presentando i documenti richiesti dall’art. 10 del Decreto Legislativo n. 30/2007 (passaporto in corso di validità, fotografia, attestato di iscrizione anagrafica e documentazione che attesti lo status di familiare di cittadino dell’Unione Europea e, se richiesto, di familiare a carico).

2. Quali sono i documenti richiesti per la garanzia economica?

Documentazione bancaria: estratti bancari (di conti risparmio ed/o investimenti bancari) degli ultimi 3 mesi firmati e timbrati dalla banca, ai quali dovrà essere allegato il biglietto da visita (con il numero di telefono e e-mail) del firmatario.

3. Dove posso trovare altre informazioni sui diversi visti per l’Italia?

Altre informazioni sui visti sono reperibili su: http://vistoperitalia.esteri.it/home.aspx 

4. Come fare per ottenere il visto familiare per il coniuge di un cittadino non italiano regolarmente residente in Italia?

Quando si sarà stabilito in Italia dovrà richiedere il Nulla osta per il rilascio di visto familiare a favore di sua moglie. Una volta ottenuto il Nulla Osta, rilasciato dallo Sportello Unico per l’Immigrazione in Italia, sarà sufficiente prenotare sul nostro sito un appuntamento per presentare la domanda di visto familiare, insieme al passaporto valido per tre mesi oltre la durata del visto in originale e copia, una prova di residenza a nome del richiedente o del coniuge, biglietto aereo, modulo compilato con una foto in formato tessera ed il certificato di matrimonio. Documentazione complementare potrà essere richiesta dopo l’analisi della domanda.

5. Si può richiedere il visto per studiare la lingua italiana in Italia?

È possibile richiedere un visto per studio della lingua italiana. Il corso deve essere finalizzato all'ottenimento di una delle certificazioni di conoscenza della lingua italiana previste nel Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue (QCER) e deve avere una durata minima di 20 ore settimanali.

6. Quale è la procedura per richiedere il visto per lavoro subordinato?

L’azienda interessata deve presentare domanda per il Nulla Osta allo Sportello Unico per l’Immigrazione in Italia. Una volta ottenuto il Nulla Osta lo stesso sarà disponibile nel nostro sistema e noi saremo in grado di rilasciare il visto. A questo punto sarà necessario prenotare un orario nel nostro sito web per presentare la domanda di visto e portare, nel giorno prenotato, il modulo (disponibile nel nostro sito) compilato con foto, il passaporto valido per almeno 3 mesi oltre alla data di scadenza del visto, biglietto aereo e prova di residenza a nome del richiedente o del coniuge (in questo caso sarà necessario presentare il certificato di matrimonio). Documentazione complementare potrà essere richiesta dopo l’analisi della domanda.

7. Qual è la procedura per richiedere il visto per studio?

È necessario prenotare un appuntamento nel nostro sito web per presentare la domanda di visto.
I documenti da allegare alla domanda di visto per studio sono i seguenti:
- Prenotazione individuale da fare sul nostro sito.
- Originale e copia del passaporto con validità superiore a 15 mesi dopo la data di ingresso nel territorio Schengen.
- Prova di residenza a nome del richiedente.
- Modulo (disponibile nel nostro sito web) compilato e 1 foto tessera.
- Dichiarazione di accettazione inviata all’e-mail dell’ufficio visti da un’e-mail istituzionale dell’istituto scolastico/università
- Biglietto aereo di andata (e ritorno per visti di durata inferiore ad un anno).
- Originale e copia della convenzione sanitaria tra l’Italia ed il Brasile (“modelo IB2”) ovvero assicurazione di viaggio valida per il territorio Schengen con la validità di un anno dalla data di ingresso nel territorio Schengen.
- Prenotazione alberghiera o Dichiarazione di garanzia e/o alloggio (disponibile sul sito) e copia dell’identità italiana del cittadino italiano che firma il modulo.
- Borsa di studi ovvero estratti bancari (di conti risparmio ed investimenti bancari) degli ultimi 3 mesi firmati e timbrati dalla banca a nome del richiedente ovvero sponsor. Dichiarazione di garanzia e/o alloggio (disponibile sul sito) dovrà essere firmata in presenza del funzionario dell’ufficio visti. La documentazione bancaria dovrà essere firmata e timbrata dalla banca, alla quale dovrà essere allegato il biglietto da visita (con il numero di telefono e e-mail) del firmatario.
Documentazione complementare potrà essere richiesta dopo l’analisi della domanda.

8. Sono brasiliano e desidero viaggiare a turismo per l’Italia. Devo richiedere un visto? Quali documenti dovrò presentare alla polizia di frontiera?

Cittadini brasiliani possono rimanere 90 giorni nell’arco di 180 nello spazio Schengen senza un visto d’ingresso. È necessario avere un passaporto valido per almeno tre mesi dopo la data prevista per la partenza dallo Spazio Schengen. All’ingresso in Italia, le autorità di frontiera potranno richiederti di esibire la documentazione che giustifichi i motivi e la durata del tuo soggiorno in Italia.

9. Posso richiedere il visto in Italia?

Il visto dev’essere richiesto nel paese di origine o residenza (diverso dall’Italia)

10. A quale Consolato devo presentare la domanda per il visto?

È necessario presentare la domanda al Consolato responsabile della circoscrizione di residenza del richiedente. Richiedenti maggiorenni devono presentare una prova di residenza a proprio nome (bollette di servizi, cellulare, università, assicurazione sanitaria, dichiarazione del “TRE” con l’indirizzo, firmata e timbrata in originale).

11. Qual è la procedura per richiedere un visto?

Residenti in Minas Gerais devono prenotare il ricevimento nel sito del Consolato e portare nel giorno prenotato: prova di residenza a nome del richiedente, domanda (disponibile sul sito) compilata e con foto, biglietto aereo e i documenti elencati nel sito: http://vistoperitalia.esteri.it/home.aspx. Il pagamento della relativa tassa consolare dovrà essere effettuato esclusivamente con carta di debito durante la presentazione della domanda. Documentazione complementare potrà essere richiesta dopo l’analisi della domanda.


Luogo:

Belo Horizonte

77